laboratorio visivo

La filosofia di questi laboratori è duplice: fai da te low cost e riciclo. Si tratta, infatti, di creare materiali ad uso sensoriale e ludico utilizzando elementi “di scarto” e comunque facili da trovare.

Il primo laboratorio sensoriale “Creagiocando”, che si è tenuto alla Biblioteca Multi-Media Immagin@ria dei Ragazzi a Viareggio il 12 gennaio, verteva principalmente sulla vista.

Ho creato per i bambini uno speciale box luminoso utilizzando una scatola di plastica trasparente di quelle che si usano per riporre gli indumenti, rivestita all’interno di foglio di alluminio. Ho inserito due file di luci di Natale bianche e ho chiuso il tutto con il coperchio dopo averlo rivestito internamente di carta da pacchi bianca perchè la luce non comparisse solo in alcuni punti ma venisse diffusa. Ed ecco il risultato!

2

 

Sopra ci vanno messi materiali trasparenti, con cui i bambini possano giocare e sperimentare. In questo caso viene stimolata la vista, poiché è possibile mixare vari colori e forme. Io ho messo a disposizione biglie e piccoli oggetti di vetro decorativi.

I bambini possono divertirsi anche mettendo e togliendo gli oggetti dal contenitore, altro esercizio importante per stimolare la manualità!

Piace molto a tutti, ma soprattutto ai più piccoli…

 

Le bottiglie sensoriali, invece, permettono non solo di stimolare vista, tatto e manualità (per inserire l’acqua e i piccoli oggetti decorativi, come perline, brillantini, palline ecc.) ma anche di compiere piccoli esperimenti di densità! Inoltre sono una bella lezione di ecologia perché si basano sul riciclo delle bottiglie vuote.

Questi sono i vari materiali che ho messo a disposizione: acqua, sapone liquido trasparente, baby olio, glicerina, colorante alimentare, brillantini, “confetti” decorativi di plastica, perline, effervescente…

3

 

Il divertimento consiste nel creare le bottiglie, ma anche nel guardare i movimenti dei vari materiali al loro interno. Più denso è il liquido (all’acqua va aggiunta almeno un po’ di glicerina), più lenta è la caduta.

4

 

Un’attività basata su materiali semplici, atossici e facili da reperire che intrattiene a lungo i bambini… Adatta anche per quelli con problemi di apprendimento e disturbi pervasivi dello sviluppo!

5

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *