A completamento dei laboratori sensoriali tenuti quest’inverno, la Biblioteca Multimediale dei ragazzi Immaginaria di Viareggio, mi ha chiesto di allestire una mostra sensoriale interattiva. E così: ecco qua! Quattro postazioni: visiva, uditiva, olfattiva e tattile con oggetti e strumenti a disposizione dei bambini, più alcuni pannelli illustrativi.

panorama mix

La mostra è stata allestita nel cortiletto interno della biblioteca, chiamato “Corte delle Muse”.
cartello01

 

POSTAZIONE VISIVA

Gli oggetti esposti erano le bottiglie sensoriali create durante il laboratorio della vista e alcuni oggetti di uso comune: uno specchio, una lente d’ingrandimento, lucette colorate. In più c’erano a disposizione un caleidoscopio, un periscopio giocattolo e un piccolo cannocchiale, nonché giochi di luce con fibre ottiche. In terra ho messo il box luminoso utilizzato quest’inverno.

visivamix01mod

 

visivomix02mod

 

boxlumimod

POSTAZIONE TATTILE

Sul pannello tattile interattivo ho applicato alcuni piccoli pannelli con diverse superfici da toccare e alcuni oggetti di ferramenta: chiavistelli, lucchetti, rotelle, bulloni ecc.

mixtattile01

Ho messo anche a disposizione del materiale per lavorare la pasta modellabile (ricetta qui), un mini-stendino con mollettine di legno e “panni” creati con spugne da cucina ritagliate, costruzioni in legno grezzo e un box sensoriale riempito di riso in cui trovare delle letterine di plastica.

mixtattile02

stendino2

tattilemix03

 

POSTAZIONE OLFATTIVA

OLFATTIVOMIX

Ho messo delle erbe aromatiche da annusare e dei contenitori con buchi con dentro del cotone imbevuto di essenze da indovinare: mandorla, limone, arancia e vaniglia.

POSTAZIONE UDITIVA

Qui avevamo gli “strumenti” creati durante il laboratorio del suono: il nostro xilofono ad acqua, i sonaglini fatti con i barattoli e le bottiglie di plastica, i tamburi con le scatole dei biscotti, alcuni campanelli da bicicletta, una trombetta, due campane di bronzo e l’armonica creata con gli stecchi del gelato.Un lungo tubo di plexiglass è diventato uno strumento di comunicazione “a distanza”!

UDITIVOMIX01

UDITIVOMIX02

UDITIVOMIX03

L’importanza delle esperienze sensoriali nello sviluppo del bambino

I bambini, nei primi anni di vita, esplorano il mondo utilizzando i propri sensi in modo spontaneo. Fornire loro alcune interessanti esperienze sensoriali è un ottimo modo di stimolare la loro curiosità e di supportare lo sviluppo del loro cervello. Si possono utilizzare diverse strategie per coadiuvare lo sviluppo dei bambini neuro tipici e di quelli con problemi, adattando le esperienze sensoriali in base alle esigenze e alle preferenze individuali, nonché ai diversi livelli di sviluppo. Ciò permette ai bambini che hanno competenze limitate in un’area (ad esempio la vista), di utilizzare appieno quelle residue (ad esempio tatto, udito e olfatto).

Il gioco sensoriale presenta molteplici vantaggi sia a livello pedagogico che sociale. Attività divertenti e stimolanti favoriscono infatti il corretto sviluppo cognitivo e motorio (coordinazione oculo manuale e motricità fine) nonché le competenze relazionali, visto che generalmente i bambini impegnati in queste attività le condividono con alcuni coetanei.

In particolare, vengono stimolati:

– Lo sviluppo cognitivo

Anche prima di imparare a parlare i bambini sviluppano una comprensione di ciò che fa parte del loro ambiente mediante l’esplorazione attiva tramite i propri sensi. Man mano che acquisiscono le competenze verbali, diventano capaci di descrivere somiglianze e differenze in ciò che vedono, sentono, assaggiano, toccano e odorano. Ad esempio, ogni volta che un bambino che tocca un oggetto conferma le precedenti esperienze che ha avuto con esso, e sarà in grado di notare che ci sono altri materiali con le stesse caratteristiche.

– Le competenze sociali

Giocare insieme con i pannelli sensoriali e i diversi oggetti messi a disposizione dà ai bambini l’opportunità di osservare le modalità con cui i propri pari manipolano i materiali, di condividere esperienze, idee e scoperte e ovviamente di socializzare

– Il senso del sé

Durante le esperienze di gioco e manipolazione, i bambini esplorano e comunicano le proprie impressioni e preferenze, dando un senso al mondo che li circonda. Possono ad esempio scoprire di gradire alcune consistenze e non sopportarne altre, manifestando la propria individualità.

– Le competenze motorie

I bambini possono migliorare le proprie capacità motorie e acquisirne di nuove grazie alla manipolazione dei vari materiali forniti e all’interazione con i diversi oggetti. Le azioni del riempire, svuotare, svitare, mescolare, impastare ecc. servono a stimolare lo sviluppo di specifici gruppi muscolari e a favorire la coordinazione oculo motoria.

– Lo sviluppo emozionale

Le esperienze sensoriali spesso hanno un’azione calmante per molti bambini, in quanto permettono loro di elaborare le proprie emozioni, comprese ansia e frustrazione. Ad esempio, giocare con materiali che richiedono pressione e manipolazioni, come la pasta modellabile, può aiutare i bambini a rilasciare energia fisica e tensione e, di contro, esprimere emozioni positive come gioia ed eccitazione.

– Competenze comunicative

Attraverso la scelta di materiali e azioni durante il gioco sensoriale, i bambini hanno l’opportunità di comunicare sia verbalmente che non con i coetanei e con gli operatori, che possono coadiuvare la comunicazione stessa con appropriate risposte.

Per quanto riguarda i bambini in età scolare, è possibile coinvolgerli con attività creative più avanzate e con semplici e divertenti esperimenti di fisica e chimica in modo da adeguare le attività al loro livello esperienziale e cognitivo.

 

 

png

Oggi ci siamo dedicati ad allenare il naso!

Abbiamo fatto un piccolo gioco, che consiste nel mettere palline di cotone nei contenitori dello zucchero a velo (scelti perchè hanno un doppio tappo: quello sotto perforato e quello di sopra intero) imbevute con qualche goccia di aromi per dolci: mandorla, arancia, limone, e vaniglia, nonché un olio essenziale alla lavanda. Le ho mischiate e fatte passare in giro: chi indovinava il profumo metteva la corrispondente etichetta sul contenitore!

into the wild

 

Poi ho inserito in alcune bustine a chiusura ermetica, che avevo provveduto a perforare con le forbici, varie erbe aromatiche, scorze di agrumi, zenzero e caffé, dotaando ognuna di un cartonino su cui i bambini hanno scritto il nome del contenuto.

DomesticTourists

 

Infine abbiamo creato degli ottimi sali da bagno! Gli ingredienti per una dose sono:

Una tazza di sali di Epsom (io li ho comprati su internet)

Due tazze di sale grosso

Un olio essenziale a piacere (abbiamo usato quello alla lavanda che avevo creato lasciando in infusione fiori di lavanda in olio di mandorle, poi filtrato)

Scorzette di agrumi/fiori di lavanda/erbe varie a seconda dell’essenza scelta.

Si mischia il tutto e si mette in un vasetto di vetro con tappo. Ottimo da usare o regalare!

000

1

Ed eccoci al secondo laboratorio ludico-creatico sensoriale Creagiocando! Oggi abbiamo fatto la pasta modellabile a partire da ingredienti naturali e l’abbiamo manipolata seguendo la fantasia. Here we are at our second creative workshop: Play and Create! Today we did home made play dough with all natural ingredients, then we played using our fantasy.

Cominciamo subito con la ricetta:

• 2 tazze farina
• 1 tazza sale
• 2 cucchiai olio vegetale (io ho usato quello di riso, è incolore e inodore)
• 2 cucchiai di cremor tartaro (si compra al supermercato in bustine o in farmacia in dosi più grandi)
• 1.5 tazze di acqua calda
• estratto di vaniglia (facoltativo, per profumare)
• colorante alimentare
• alcune gocce di glicerina (rendono il tutto più brillante!)
Mischiare gli ingredienti secchi, aggiungere l’olio e mescolare bene. Aggiungere l’acqua calda e mescolare finchè non si eliminano tutti i grumi, poi impastare finchè non è più appiccicosa. Il colorante si può aggiungere in questo momento

oppure dopo, dividendo la pasta in diversi panetti da colorare separatamente.

 

Recipe:

• 2 cups flour
• 1 tcup salt
• 2 tablespoons vegetable oil
• 2 tablespoons cream of tartar
• 1.5 cups hot water
• vanilla extract (optional)
• food dye
• some drops of glycerine (it brightens the colors)
First mix the dry ingredients, then add the oil and mix well. Add the hot water and mix until all the lumps are gone. The divide the dough and add the food dyes.

 

2

 

Alcuni oggetti utili: letterine di plastica, pirottini per muffin, mattarelli di vario tipo, stampini

some useful objects: plastic letters, stencils, cutters, muffin wrappers, rolling pins

3

 

4.2

 

5.2

 

laboratorio visivo

La filosofia di questi laboratori è duplice: fai da te low cost e riciclo. Si tratta, infatti, di creare materiali ad uso sensoriale e ludico utilizzando elementi “di scarto” e comunque facili da trovare.

Il primo laboratorio sensoriale “Creagiocando”, che si è tenuto alla Biblioteca Multi-Media Immagin@ria dei Ragazzi a Viareggio il 12 gennaio, verteva principalmente sulla vista.

Ho creato per i bambini uno speciale box luminoso utilizzando una scatola di plastica trasparente di quelle che si usano per riporre gli indumenti, rivestita all’interno di foglio di alluminio. Ho inserito due file di luci di Natale bianche e ho chiuso il tutto con il coperchio dopo averlo rivestito internamente di carta da pacchi bianca perchè la luce non comparisse solo in alcuni punti ma venisse diffusa. Ed ecco il risultato!

2

 

Sopra ci vanno messi materiali trasparenti, con cui i bambini possano giocare e sperimentare. In questo caso viene stimolata la vista, poiché è possibile mixare vari colori e forme. Io ho messo a disposizione biglie e piccoli oggetti di vetro decorativi.

I bambini possono divertirsi anche mettendo e togliendo gli oggetti dal contenitore, altro esercizio importante per stimolare la manualità!

Piace molto a tutti, ma soprattutto ai più piccoli…

 

Le bottiglie sensoriali, invece, permettono non solo di stimolare vista, tatto e manualità (per inserire l’acqua e i piccoli oggetti decorativi, come perline, brillantini, palline ecc.) ma anche di compiere piccoli esperimenti di densità! Inoltre sono una bella lezione di ecologia perché si basano sul riciclo delle bottiglie vuote.

Questi sono i vari materiali che ho messo a disposizione: acqua, sapone liquido trasparente, baby olio, glicerina, colorante alimentare, brillantini, “confetti” decorativi di plastica, perline, effervescente…

3

 

Il divertimento consiste nel creare le bottiglie, ma anche nel guardare i movimenti dei vari materiali al loro interno. Più denso è il liquido (all’acqua va aggiunta almeno un po’ di glicerina), più lenta è la caduta.

4

 

Un’attività basata su materiali semplici, atossici e facili da reperire che intrattiene a lungo i bambini… Adatta anche per quelli con problemi di apprendimento e disturbi pervasivi dello sviluppo!

5

Questo progetto ha a che fare principalmente, ma non solo, con la pet therapy. Al momento è in fase organizzativa, intanto però le attività si svolgeranno sotto forma di laboratori creativi.

A partire da gennaio 2016 verranno svolti dei laboratori ludico-creativo-sensoriali presso la Biblioteca Multi-Media Immagin@ria dei Ragazzi a Viareggio! Vi aspetto!
LOCANDINA_IMMAGINARIA_Gennaio_2016_v4